Carlo Zuccoli
C. Z.”Da www.nelrossodelluovo.com
2020 DERBY ITALIANO DEL TROTTO : TUTTO RISOLTO ? (17/07/2020 – 10:47)
“Siamo un paese a dir poco “meraviglioso”.
Il 25 Giugno 2020, quasi un mese dopo la chiusura delle iscrizioni al 137° Derby Italiano (28 Maggio 2020), il Signor Gabriele Candi (mondoturf.net) pubblica una lista degli iscritti “completi ma provvisori” alla corsa.
Cosa significa lista completa, ma provvisoria?
Quella lista contiene 168 iscritti, con due cavalli che risultano allenati da un allenatore morto da anni: è chiaro che il Signor Candi ha ricevuto quella lista dall’ippodromo delle Capannelle.
Ma come è possibile che un morto abbia iscritto due cavalli al Derby Italiano? Errore della Società?
Fuori il modulo firmato dal morto con data certa. Lo stesso ippodromo avrebbe due liste di iscritti al Derby 2020: una del 13 Giugno con 168 iscritti e una del 28 Giugno con 169 iscritti (si è aggiunto Tuscan Gaze).
Come è possibile che per una corsa di Gruppo 2, che si trova nel calendario delle Pattern Races Europee, i cavalli vadano e vengano? Si dice che tutti gli anni ci siano cavalli che vanno e che vengono, a seconda delle trattative che proprietari Italiani conducono all’estero.
Come è possibile che succeda ciò?
Nemmeno nelle Repubblica delle Banane accadono fatti simili. Sembra che l’iscrizione di Tuscan Gaze sia stata fatta dal rappresentante del Gruppo Coolmore, il Signor Jamie Moriarty, il 26 Maggio, quando il cavallo non era ancora rientrato. Il documento formale dell’iscrizione di un cavallo ad una corsa di Gruppo (e non di Gruppo) deve avere data certa, che si ottiene in mille modi, e non può essere un semplice pezzo di carta: su questo non ci sono dubbi. Naturalmente nessuno pubblica quel documento datato 26 Maggio 2020, con data certa, ma tutti dicono di averlo visto.
Perché l’Ing. Pautasso non pubblica quel documento, con data certa? Come mai l’Ing. Pautasso permette che i cavalli iscritti al Derby Italiano vadano e vengano dalla lista degli iscritti? Conosco l’Ing. Pautasso: se pubblicasse quel documento, e se lo stesso risultasse genuino, con data certa, taglierebbe la testa al toro, non ci sarebbe nessun ricorso e l’ippica Italiana guadagnerebbe integrità nel mondo intero, messa a durissima prova dal sistema anti – doping, dalle decisioni delle Commissioni di Disciplina in materia e dal lavoro nero.
Il Signor Viggiani ha già decretato che gli eventuali ricorrenti contro l’iscrizione tardiva di Tuscan Gaze perderanno la causa. Il vizio degli Italiani: fare i processi sui giornali e sul web con documenti fantasma che solo pochi eletti hanno potuto consultare. Attendiamo con fiducia la pubblicazione della documentazione citata e delle liste, provvisorie e non, che l’ippodromo di Capannelle redige, ogni anno per il Derby Italiano (quante sono queste liste e chi le compila?).
E soprattutto se la chiusura delle iscrizioni è fissata, come quest’anno, il 28 Maggio, come è possibile che il 25 Giugno (pubblicazione di Gabriele Candi) la lista degli iscritti, trasmessa dall’ippodromo di Capannelle, sia “completa, ma provvisoria” con due cavalli iscritti da un morto e senza Tuscan Gaze?
Carlo Zuccoli
P. S. Mi auguro con tutte le mie forze che quel documento, con data certa, salti fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.