La corsa

A chiudere il convegno di oggi a San Siro una TQQ abbinata al PREMIO SOLARO – Euro 8.800 TRIS STRAORD. – IPP. NAZ. 1482 – Metri 1500 – P.Media un Handicap per cavalli di tre anni parzialmente inespressi.Pronostico molto difficile per via della mancanza di una solida base e per via del terreno che probabilmente sarà allentato e non proprio gradito a tutti.

Il nostro favorito

Vero e proprio rebus in cui Eugenio Goldin schiera ben due soggetti ( succede di rado ), entrambi con chance e dalla nostra analisi il più indicato a puntare al bottino pieno è I Believe In You (3) , con Ivan Rossi in sella che in Pista Media e sulla stessa distanza ha collezionato due ottime prestazioni nelle ultime uscite e ci sembra maturo per colpire.

I protagonisti

Tra i tanti protagonisti noi partiamo dalla seconda pedina del team di Eugenio Goldin Onnessa De Nurra (7) , in forma smagliante come dimostra l’ultimo per certi versi arrogante successo , oggi spetterà al buon Alessandro Fiori centellinare lo sforzo di questa erede di Comacho per sfruttare al meglio il suo perentorio cambio di passo , in più da quello mostrato sino ad ora sembra gradire i terreni ben allentati. Sopran Nossol (14) nonostante una carta apparentemente povera, vanta linee discrete e l’ultima è buonissima se presa in relazione alla distanza un filo lunga oggi infatti accorcia di  un furlong e agli avversari affrontati con soli 50 Kg. può essere molto insidiosa. Arboc De L’Alguer (9) , dopo aver navigato senza successo in Maiden di un certo pregio tra Milano e Pisa all’ultima si è rivelato con una corsa simile in categoria leggermente superiore terminando al posto d’onore e precedendo tra gli altri anche I Believe In You con un finale davvero ficcante, su quella linea conta tanto.

Le sorprese

Capitolo sorprese molto complesso perché i soggetti chiamati in causa devono dimostrare qualcosa o fare dei grossi passi avanti, tra di essi citiamo  No More Secret (10) , allieva di Maria Moneta da sempre stimata ma dopo un debutto molto promettente si è persa non riuscendo mai a trovare la giusta pedalata nelle successive uscite ,dimostrando ancora di essere un soggetto con tanti mezzi ma  molto verde agonisticamente parlando. Sandro Muchacho (5) vanta frequentazioni di pregio con buoni risultati ad inizio carriera, vederlo qui stona, ma sembra solo il lontano parente del puledro di belle speranze di inizio carriera. L’ultimo piazzamento e la sua sicura attitudine ai terreni allentati non ci fanno escludere una sua resurrezione occhio.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati : 3-7-14-9-10-5

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.