La corsa

TQQ   del giorno abbinata al  Premio Radio International – Tr. Cri. – Tris  Quarte’ Quinte’ – Euro 8800 – Ipp. Naz. 458 – Metri 2060-2080-2100. Si chiude il convegno con un ben riuscito handicap sul doppio Km su ben tre nastri, con alle redini lunghe i proprietari. Corsa che si preannuncia incerta e spettacolare e che regalerà certamente delle sorprese.

Il nostro favorito

Dalla nostra analisi della corsa sono emerse le possibilità di Rambo Di Cesato (10), salito notevolmente di tono nel periodo, l’alfiere della Scuderia Rafpat, passa dal confronto con cavalli del calibro di Panfollia e Suerte’s Cage senza sfigurare, alla compagnia odierna , con ovvie chance di ben figurare. Lo schema è ben conosciuto e la distanza non è un problema. Se ci sarà un treno di corsa bello svelto, la sua lunga e corposa progressione potrebbe fare diverse vittime.

I protagonisti

Corsa in cui può incidere in maniera significativa sul risultato Ziameme Cla (12), la femmina della Bellosguardo, sa avviarsi in maniera molto sollecita tra i nastri e non ci stupiremmo di vederla presto puntare in avanti in caso di partenza volante. La forma è buona , l’ultima è tanto bella quanto sfortunata, perché si getta di galoppo in retta d’arrivo mentre lottava per qualcosa di importante.  Vista la classe di questa figlia di Ganymede  e la guida del bravissimo Leonardo Vastano, va inserita di diritto nella rosa dei protagonisti di questa corsa. Attenzione a  Peter Pan Gso (1), che se eviterà il balletto all’ uscita dei nastri , potrebbe essere un soggetto molto pericoloso in chiave vittoria, perché in grado di seguire qualsiasi andatura e finire molto forte. La carta è bugiarda e l’erede di Come On Grif è in forma, e in caso di svolgimento favorevole può tranquillamente puntare al gradino più alto del podio. Occhio a  Roger Op (6), l’allievo di Michele Canali al primo nastro, trova sistemazione tutto sommato favorevole. Anche se non sembra attraversare un ottimo momento di forma, conosce bene lo schema ed è svelto a mettersi in azione tra i nastri. Se porterà il suo spunto da vicino, può senz’altro lottare per qualcosa di importante.

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da Putnik D’Aghi (9), l’undicenne erede di Brandy Dei Fiori , viene giustamente centellinato dal suo team , ma quando scende in pista lo fa sempre con chiare chance di vittoria! Oggi l’impegno non si presenta semplice e anche se tra i nastri si trova bene, la distanza del doppio Km che non affronta più da diverso tempo non sembra essere l’ideale. Quindi per contare, deve trovare svolgimento favorevole, in tal caso ha parziale breve ma molto incisivo in grado di far male a molti degli odierni avversari.  Chiudiamo la canonica sestina con Pacha Dei Greppi (14), per classe sarebbe nettamente il più forte, ma gli anni passano mentre aumentano gli acciacchi.  La forma del periodo è buona, cosi come l’affiatamento con il bravo proprietario ma con il tempo preferisce agire sui primi per rendere al meglio e l’operazione non sarà semplice. C’è poi da considerare che è iscritto ad una corsa sul miglio a Follonica Lunedì, riservata a proprietari molto più semplice sulla carta e quindi potrebbe non correre, ma in questa compagnia deve essere per forza di cose considerato un protagonista.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati: 10-12-1-6-9-14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.