La corsa

TQQ del giorno abbinata al Premio Bianco Natal – Euro 3410 Tris – Ipp. Naz. 3761 – Metri 1600. Si chiude il convegno con un miglio riservato a cavalli di cinque anni e oltre di categoria G, che vede al vi 15 onesti routiniere dove vista la modestia generale è difficile trovare una solida base su cui poggiare un pronostico degno di tale nome.

Il nostro favorito

Dalla nostra analisi della corsa è emersa la chance di  Triller Bio (4), cavallo che raramente delude in queste categorie dove ha spesso fatto incetta di vittorie e piazzamenti. La forma è buona e la sistemazione è ideale per le sue caratteristiche, infatti non dovrebbe faticare più di tanto a sfilare al comando e da lì portare il cronometro dalla sua parte e gestire le energie a piacimento. In una corsa senza grandi attacchi, può correre questa G in 1.59 e per gli avversari sarebbe praticamente impossibile battere corsie proibitive.

I protagonisti

Categoria G dove in molti possono recitare il ruolo di protagonisti, a partire da Shergar Dvm (7), cavallo sfortunato ma dal gran motore , che dovrà probabilmente subire lo schema ma che se non dovesse perdere troppi metri in avvio avrebbe il potenziale per fare match con il favorito, come dimostrato in una reclamare sul miglio , dove finisce a velocità multipla a ridosso di Triller Bio che aveva avuto schema sicuramente più favorevole con seicento metri finali costantemente tra terza e quarta ruota.  Attenzione a Vandalo (2), da poco giunto a Taranto che alla prima uscita sul tracciato aveva lottato una corsa con cavalli davvero buoni disunendosi solo a 50 metri dal palo quando aveva perlomeno il podio assicurato, trottando con una misura intorno ai due minuti. Oggi lo schema si potrebbe ripetere visto il numero e se farà percorso netto potrebbe anche fare lo sgambetto ai più attesi . Occhio a Victoria Chuc Sm (12), la femmina di Salvatore Negro abbassa il tiro e trova avversari tutto sommato abbordabili. La forma non è scintillante , ma se dovesse ritrovare in parte i motivi migliori, potrebbe tranquillamente lottare per qualcosa di importante.

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da Phosphorus (11), che fino a un paio di stagioni era alla corte di Gennaro Casillo e militava in ottime compagnie. Gli anni passano e  la carta è nulla ma l’ultima prestazione è più che incoraggiante in categoria simile sempre partendo dalla seconda fila, filtra in partenza entra in tutti i parziali e nel finale con chiusa stratosferica chiude dignitosamente tenendo conto che davanti il vincitore spara un 28.2 a chiudere. Detto ciò, rispolverando in parte l’antica classe e sul possibile progresso di forma può centrare il marcatore . Chiudiamo la canonica sestina con Universty Fox (8), il castrone di Domenico Marinò, è cavallo che ama correre sui primi in corsa senza strappi ma sempre sullo stesso ritmo, se ciò si dovesse verificare può tranquillamente viaggiare tra il 2.00 / .01 e cogliere un buon piazzamento.

 

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati : 4-7-2-12-11-8

 

[wd_hustle id =”newsletter” type=”embedded”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.