La corsa

TQQ  del giorno abbinata al  Premio Civil Action – Euro 3080 Tris – Ipp. Naz. 282 – Metri 2060. Si chiude il convegno da Castelluccio Dei sauri con un doppio Km riservato a modesti anziani di categoria G , dove spicca la presenza di un soggetto con ben altro passato e motore e da cui dipenderà l’esito di questa corsa !

Il nostro favorito

Dalla nostra analisi della corsa sono emerse chiaramente le chance di Tuamotu Baba (3), che avrà bisogno di trovare una buona schiena lungo il percorso per poi poter sparare la sua lunga e corposa progressione che in questa categoria può fare la differenza vista la dichiarazione di non partente di Smorghy e Bar. La forma è eccellente, l’ultima non fa testo perché in contesto troppo impegnativo, precedentemente tra Foggia ed Aversa aveva fornito delle prestazioni davvero convincenti

I protagonisti

Corsa in cui può incidere in maniera significativa sul risultato Sevan Best (12), il maschio di Claudio De Filippo ha mezzi da vendere per una G e anche sulla distanza non ha problemi. La forma è da verificare perché è al rientro, ma se dovesse essere quello di Novembre quando a Taranto vinceva un doppio km partendo dalla seconda fila in costruzione sul piede dell’ 1.16.3 non potrebbe scendere mai dal podio in questa corsa.  Attenzione a Poker Face Hdb (10), il Gigant Neo di Ivano Fierro, trova compagnia tutto sommato alla sua portata. Sul doppio Km si difende egregiamente e pur amando correre nelle prime posizioni, vista la sua duttilità potrebbe già filtrare in avvio. Se riuscirà a prendere posizione ha speed breve ma affilato e su questa pista può fare molto bene.. Occhio a Zooka Del Sile (6), una Exploit Caf di grossi mezzi ma molto nevrile e difficile da far impegnare linearmente. La forma recente va letta tra le righe perché ha corso in contesti proibitivi ,vedi Zagabria Vani, Virtual Trebì ecc con pessime sistemazioni (la penultima sbaglia ed insegue alla grande con un rotolo che valeva 1.59). Su questa pista ha spesso corso bene se fa il netto può essere della partita .

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da Tide Nord Fro (7), il Naglo di Domenico Marinò affidato al bravo Giuseppe De Filippis, è dotato di fondo e  sarebbe alle prese con cavalli alla sua portata , ma la sistemazione al largo della prima fila è penalizzante. Se riuscirà a trovare una schiena lungo il percorso che lo porti a tiro dei primi ha 500 metri davvero corposi e può centrare il marcatore. Chiudiamo la canonica sestina con Unastella Bieffe (1), la femmina di Cosimo Fiore recente vincitore di una Supertris con Urlo Di Poggio, è un soggetto molto svelto al via, che sulla distanza però non può correre da protagonista. Correndo ai resti magari da secondo / terzo in corda,   può cercare un inserimento nel marcatore , obiettivo certamente raggiungibile se non si andrà troppo forte.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati: 3-12-10-6-7-1

[wd_hustle id =”newsletter” type=”embedded”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.