La corsa

TQQ  del giorno abbinata al  Premio Apertura – TQQ – Euro 8800 Tris – Ipp. Naz. 27 – Metri 2060-2080. Si chiude il convegno da Roma  con un Handicap riservato ad anziani sul doppio Km,  di Categoria DEF, che vede al via soggetti molto ma molto qualitativi . Corsa che si preannuncia spettacolare con un primo nastro con diversi soggetti in grado di fare velocità, e inseguitori con un soggetto di classe cristallina che se ben centrato può travolgere tutto e tutti.

La nostra favorita

Dalla nostra analisi della corsa è emersa la possibilità di Zagabria Vani (2), che è rientrata sotto le cure di Holger Ehlert in maniera a dir poco sbalorditiva , vincendo un miglio ben frequentato in 1.56 dalla seconda fila senza muovere le mani e chiudendo in uno stratosferico 56.2 . Questi numeri dicono chiaramente che se la cavalla dovesse riuscire a cogliere una buona partenza e sfondare difficilmente potranno andare a prenderla perché la cavalla potrebbe avere dei margini di ulteriore miglioramento sotto il nuovo training.

I protagonisti

Corsa in cui possono incidere in maniera significativa sul risultato Vicario (10), la pedina di Alessandro Gocciadoro ha motore da “primaserie”, ma non sempre riesce ad esprimere appieno i suoi  mezzi in pista. L’ultima è davvero bella e in questo schema  sulla pista quando ha trottato non ha mai perso, viaggiando anche sotto il muro dell’1.13. sulla distanza. Occhio a Zanzara Fas (7), che forse non sarà la splendida puledra ammirata a tre anni, ma oggi entra tra gli anziani e lo fa con sistemazione tutto sommato favorevole, se pensiamo che all’ultima uscita corre contro Zefiro Grif e Zen Bi Zealand As, (cavalli da Gran Premio) senza demeritare. Riuscendo a trovare posizione dopo il lancio, se sparerà da vicino il suo breve ma secco speed potrebbe far male a tanti. Attenzione a Umberto Axe (12), il Love You di Romolo Ossani, nello schema e sulla pista si è spesso distinto grazie alla sua poderosa progressione ai seicento finali. La forma è davvero buona e se ci sarà tanto ritmo nel finale a lottare con i migliori ci sarà anche lui.

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da San Souci Font (6), soggetto spesso sottovalutato ma che nello scheme e specie sulla distanza del doppio Km si è più volte messo in luce. Se come pensiamo il primo nastro trainato da Zagabria Vani dovesse farla da padrone, la sua robusta progressione ai seicento finali potrebbe portare l’allievo di Claudio De Filippo a centrare il marcatore, vista anche l’ottima forma palesata nel periodo.  Chiudiamo la canonica sestina con Ritmo Di Poggio (13), il Varenne di Gabriele Quarneti, da quando è rientrato in Italia ha sempre corso bene sulla pista e anche nello schema dove ha fatto segnare discreti riferimenti cronometrici. Correndo “ai resti”, potrebbe raccoglierne molti in fondo e centrare il marcatore.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati: 2-10-7-12-6-13

[wd_hustle id =”newsletter” type=”embedded”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.