TQQ    del giorno abbinata al   Premio Georges Dreux TQQ – Euro 31000 – TQQn 809 – metri 2450 . TQQ abbinata ad una corsa sul doppio Km allungato,riservati ad ottimi anziani che vede al via ben 16 soggetti sulla pista a mano contraria di CAen che oggi ospita anche il prestigioso Gruppo II Premio Des Ducs De Normandie . 

Il nostro favorito

Dalla nostra analisi della corsa sono emerse le possibilità di El Villagio (12), allievo di Louis Baudron con alle redini lunghe il fidato Gwenn Junod,  è soggetto di grande qualità che a 4 e 5  anni si è cimentato con i migliori della sua generazione non sfigurando. Nell’ultimo periodo prima dello stop dovuto all’emergenza sanitaria Covid-19 ha raccolto due vittorie e un terzo posto in contesti morbidi, ma facendo registrare riferimenti cronometrici che ne attestano l’integrità per quanto riguarda il motore e questo basta e avanza in un simile contesto. Se poi aggiungiamo che ha già corso e vinto in passato su questo particolare tracciato le sue chance appaiono ancor più marcate.

I protagonisti

Possono incidere in maniera significativa sul risultato soggetti quali Delfino (4), questo sette anni di M. Mottier non difetta certo di mezzi e arriva all’appuntamento dopo la squalifica  nel Gran National Du Trot Paris-Turf Gruppo III, in cui era tra i più attesi. Certo la sua carta recente non è molto appariscente, ma sulla distanza e  se lasciato libero di imporre il suo passo può essere un brutto cliente per tutti. Occhio a Bonheur De Nay (5), soggetto in grandissima condizione, questo castrone di 9 anni di Pascal Godey , ha forse un pizzico di classe in meno rispetto ai favoriti , ma è regolare ed in grado di viaggiare costantemente su ottime misure. L’ultima corsa di Caen a Marzo è stata davvero bella ed è coincisa con una netta affermazione su avversari certamente più morbidi di quelli odierni ma rendendo metri e arrivando ancora con del buono in mano. L’ottima guida di D. Thomain che lo conosce bene farà il resto e se avrà uno svolgimento favorevole potrebbe lottare per qualcosa di importante. Attenzione a Casting De Chenu (9), il castrone di Franck Pellerot è soggetto giornaliero ma non privo di mezzi, l’ultima ad esempio si disinteressa della corsa e chiude ultimo (eravamo in Gruppo III ), ma ripetendo la prestazione di Agen a Gennaio, generosa e per corsie proibitive a buona media sarebbe bene in corsa. .

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da Django Du Bocage (7), soggetto abituato a contesti molto meno impegnativi, ma in grado se trainato al punto giusto di mettere in campo parziale devastante. Oggi vista la complessa posizione d’avvio deve sperare di trovare posizione e attendere gli eventi, sperando in una prima parte di gara mossa, in tal caso un inserimento nel marcatore non sarebbe certo un’eresia. Chiudiamo la canonica sestina con  Charly De L’ Aunay (16), penalizzato oltremodo dal numero ma in grado di fornire spesso prestazioni “sopra le righe”, come in occasione dell’ultima sua uscita dove mette in campo un Km finale davvero consistente mettendo “a sedere” i suoi avversari e involandosi isolato al traguardo con condizioni meteo e della pista non certo ottimali.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati : 12-4-5-9-7-16 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.