TQQ     del giorno abbinata al   Premio Stl Bronsdivisionen TQQ – 12595 – TQQn 847 – metri 2950-2970-2990 . TQQ nel giorno della Copenhagen Cup che vede al via buoni soggetti sulla severa distanza dei 2950 metri con ben tre nastri e con i penalizzati in netta evidenza. 

Il nostro favorito

Dalla nostra analisi della corsa sono invertite le possibilità di Ble Du Gers (13),.il castrone di 9 anni di Jean Michel Bazire viene affidato al mitico diavolo belga Joseph Verbeeck. La compagnia odierna per un soggetto abituato ad affacciarsi in prima categoria non è affatto impegnativa e nonostante la resa di metri il suo allungo di diversa fattura potrebbe fare la differenza.

I protagonisti

Può ambire ad un ruolo di primo piano Viking D’Hermes (14), altro invitato francese che si trova nozze su distanze del genere dove può esprimere al meglio tutto il suo motore. La forma è ben risata come testimonia l’ultima vittoria ottenuta a Laval facendo registrare un media davvero eccellente di 1.12.6 sui 2875 metri, mentre nell’uscita precedente era sceso sotto il muro dell’1.11 sui 2100 metri. Tutte misure non nelle corde di molti dei suoi odierni avversari motivo per cui sarà tra i principali candidato alla vittoria. Attenzione a  Etenclin (6), un Jag De Bellouet dai grandissimi mezzi che se avrà conservato una bella condizione può recitare un ruolo di primo piano avendo uno strike rate davvero impressionante di ben 10 vittorie su 19 corse. La vittoria di Marzo a Wolvega è stata davvero impressionante per il parziale messo in mostra e per la facilità con cui ha rifinito il tutto. In caso di percorso favorevole potrebbe diventare un brutto cliente per tutti. Tuxedo Bi (8), olandese d’adozione ha motore ma ama correre davanti o sui primi, quindi l’imperativo sarà di cercare subito partenza volante per sfondare e farsela davanti o mandare un soggetto con chance, in tal caso il marcatore non è un’utopia.

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da Zefiro Dei Cedri (7), scelta che ai più farà storcere il naso, ma che noi sosteniamo ben consci dei mezzi di questo Wishing Stone, che alla penultima uscita, pur con percorso durissimo si piazza a media rilevante in schema analogo. Chiudiamo la canonica sestina con Romanesque (12), soggetto che nonostante le mille battaglie può mettere sul piatto tanta classe e attitudine alle lunghe distanze. Certo la sistemazione non è favorevole ma se ci sarà tanta andatura in fondo ne raccoglierà tanti.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati:  13-14-6-8-7-12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.