La corsa

TQQ del giorno abbinata al Premio Meracus – Euro 11000  Tris – Ipp. Naz. 3302 – Metri 2000 – Pista Grande. Handicap riservato a cavalli di tre anni e oltre di buona qualità, che vede al via soli dodici partenti, ma con diversi cavalli in grado di incidere sul risultato finale rendendo la corsa comunque incerta e spettacolare.

Il nostro favorito

Dalla nostra analisi è emersa la chance di Trivial Force (10), il bel sauro di Mario Migheli ha mezzi più che discreti per la compagnia , il peso è ottimo e la forma è in crescendo. L’ultima ad esempio finisce forte dalle retrovie dopo aver tribolato per trovare il giusto spazio e la giusta camminata. Oggi la Pista Grande è sicuramente un’ elemento a suo favore, così come la monta di Antonio Domenico Migheli che lo conosce benissimo e saprà tirare fuori il meglio dall’erede di Blu Air Force.

I protagonisti

Handicap di difficile lettura, dove non si può non segnalare la chance di Multicolours (2), cavallo di qualità assoluta ,che ricordiamo vincitore di una corsa storica e importante qui a Firenze , vale a dire il  Premio ^ 190 Corsa Dell’Arno, che non è più tornato su quei livelli ma continua a “navigare” in buone compagnie e che nelle ultime uscite romane ha mostrato di essere tornato in piena efficienza fisica e quindi sulla pista amica nulla gli è precluso. Attenzione a L’ Essence (11), la Casamento di Marco Gasparini in grande ordine nel periodo e sfortunata in occasione della penultima uscita sulla pista del Visarno dove prendeva una bella piazza d’onore con qualcosa da recriminare. Il peso la tiene bene in gioco , farà sicuramente la sua parte se il terreno non sarà pesante. Occhio a Sea Wolf (12), l’allievo di Luca Sorbino arriva all’appuntamento con forma al top e pur affrontando avversari al limite delle sue possibilità , sulle ali della forma e con il pesino conoscendo ogni centimetro della pista può tentare il colpaccio.

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da Sotsura (1), pedina della famiglia Botti che sembra finalmente aver trovato la sua dimensione . La vittoria dell’ultima uscita ci parla di un cavallo in piena salute con forse ancora dei discreti margini di crescita , il peso però oggi non è tenero e difficilmente troverà un treno di corsa blando e regolare e potrebbe soffrirne ma la monta di Dario Vargiu ricordiamo che può sempre fare la differenza  . Chiudiamo la canonica sestina con Raddad (7), che per molti sarà il favorito della corsa ma non ci sentiamo di condividere la scelta perché per un quattro anni con poche corse sulle “spalle” alla prima esperienza sul tracciato  e con linee romane e napoletane non di grande valore e tutte da verificare  ci sembra un azzardo. C’è da dire che però proprio questa sua freschezza potrebbe nascondere dei margini di crescita importanti,  se riuscirà ad esprimersi nella sua prediletta tattica di front runner anche su questo tracciato, non è assolutamente da escludere un suo inserimento

 

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati : 10-2-11-12-1-7

 

[wd_hustle id =”newsletter” type=”embedded”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.