By Stefano Fiorentino.  Difficilmente chi vi scrive  esce dagli schemi, ma oggi farò uno strappo alla regola per annunciare la fine ( mai dire mai, forse in un futuro potrei ancora tornare in quella che considero una famiglia) della mia collaborazione con ‘lasuperdritta‘, dopo due intensi anni vissuti insieme. Personalmente devo tanto a questa esperienza, che mi ha permesso di crescere e arricchirmi sotto tutti i punti di vista, grazie innanzitutto ai fondatori del sito Mario Alderici e Raffaele Borreca, senza dimenticare i vari collaboratori che si sono succeduti Thomas Cocchiara, Lorenz Crood, Giada Losi, e Ciro Santo Pezzella.

Da loro ho cercato di rubare qualcosa delle loro innegabili qualità, come ad esempio il percepire il potenziale di un puledro, dote che abbondava in Mario Alderici, che conosceva così bene i cavalli che orbitavano in Toscana, che sembrava quasi che appartenessero ad una grande e unica scuderia, la sua! E che dire del metodo certosino di analizzare dati e plasmare il sito di Raffaele Borreca, che pur non provenendo da questo nostro mondo, sembra sempre alla ricerca della perfezione.

E poi ultimi ma solo nello stilare quest’articolo ci siete Voi, affezionati lettori e fruitori del sito, che in questo lungo periodo pur non facendo mancare le giuste critiche, avete manifestato a me e al sito il vostro apprezzamento per il lavoro svolto per dare quello che è stata per me la mission, e cioè l’amore per lo Sport più bello del mondo, legato all’animale più nobile che è il cavallo, guardando si alla scommessa, ma in modo responsabile!

Siamo a titoli di coda ( ma non  escludo un ritorno nella grande famiglia della la super dritta), mi congedo rinnovando i miei ringraziamenti, e promettendo che se anche in maniera per ora più defilata, mi batterò perchè tutto questo meraviglioso mondo non scompaia definitivamente, appoggiando chi con iniziative volte al rilancio del settore possa far rifiorire questo splendido settore. I più pessimisti pensano che chi ha voglia di lottare si sia arreso o defilato, ma io sono rincuorato dalla passione che ancora alberga in tanti appassionati e appassionate come ad esempio le  sorelle Carelli o chi gestisce l’ippodromo della Capitanata a Foggia, poi a breve un pezzo di storia importante di questo sport l’ippodromo di Palermo riaprirà i battenti e forse anche il glorioso Caprilli potrebbe parzialmente riaprire! Piccoli segnali che speriamo siano l’inizio di una grande e nuova rinascita.

W l’ippica Ciaoo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.